Si riceve solo per appuntamento. Telefonare al 336/768409

Proverbi e modi di Dire che รจ rimasto nella cultura popolare contadina.

Proverbi collegati al calendario e alla meteorologia:

Il meteo e i lavori nei diversi mesi (Al tamp ch'al farà e i lavurir int i divers mis)

Gran gelo in gennaio,miseria in pollaio,
Freddo in gennaio,riempie il granaio.
Se gennaio colma i fossi,settembre colma le botti.
Sant'Antonio dalla barba bianca,se non nevica poco manca.
Znèr cum al càta al làsa.
    (Gennaio come trova lascia)
Znèr gatèr.     - (Gennaio gattaio)
Znèr lòng e diur,al cràss al dè e al cala al bùr  -  (Gennaio,gennarone,la neve dice davvero)

Febbraio,corto e amaro,
Per la Santa Candelora,o la neve o la bora (2 febb.)
Per la Santa Candelora,fuoco,brace e fuoco ancora.
Neve di febbraio,festa del granaio.
Per San Valentino la primavera è vicino.
A San Valentino fiorisce lo spino.
Pioggia a febbraio,vale quanto un letamaio.
Se febrèr an febraràzza,e merz an marzàggia,avrèll mèl pànsa.   -  (Se febbraio non febbrareggia,marzo non marzeggia,aprile pensa male.)

Marzo asciutto,grano dappertutto.
Neve marzolina dura dalla sera alla mattina.
Dicembre fa gli agnelli,marzo ne vuol le pelli.
A marzo taglia e pota,se non vuoi la botte vuota.
Per San Benedetto la rondine al tetto.(21 mar.)
Marzo e aprile son fratelli,ora brutti ora belli.
La luna di marzo porta sei lune.
Febrèr fa al pànt,mèrz al ràmp    - ( Febbraio fa il ponte ( ghiaccio),marzo lo rompe.)

Aprile  temperato non è mai ingrato.
Ci sono due ceppi nel cortile,uno per marzo e uno per aprile.
L'avena d'aprile e letto per l'ovile.
Aprile ogni goccia un barile.
Se ad aprile a potar vai,molta acqua tu berrai.
Merz sott,avrèll bagnè,bèat chi à summè.   -  ( Marzo asciutto,aprile bagnato,beato chi ha seminato).

In maggio acquista lana e formaggio.
Maggio asciutto e soleggiato,grano e frutta a buon mercato.
A San Caltaldo va fuori il freddo e dentro il caldo.
Maggio fresco e bagnato,giova al vigneto e al prato.
Maggio fresco e ventoso,rende l'anno fruttuoso.
O bagnato o asciutto, a San Luca seminano tutti.
Chi dorme di maggio,digiuna a settembre.
Màz tott  i dè un tinàz.  -  (Maggio tutti i giorni un tino).
S'al piòv al prèmm dè d  màz,i fig i fan bàn viàz.    -   (Se piove il primo di maggio,i fichi fanno buon viaggio).

Acqua di giugno rovina il mugnaio.
In giugno bene o male,c'è sempre un temporale.
Se piove a S.Giovanni dalla secca pochi danni (24 giu.)
Compra l'aglio a San Giovanni o sarai povero tutto l'anno.
Bel tempo a San Giovanni,frumento e vino abbondanti.

Luglio  con sacco e staio,porta i chicchi nel granaio.
Per Sant'Apolinare l'uva comincia a colorare.(20 lugl.)
Se a luglio fa tempesta,l'uva non riempe la cesta.
Luglio bello,prepara la botte.
Se a luglio gran calura,a gennaio gran freddura.
Se piove per Sant'Anna l'acqua diventa manna.(26 lugl.)
Fèrs unàur cun al sàul d loi.
      ( Farsi onore col sole di luglio) - vuol dire che è troppo facile

Quando piove d'agosto,piove miele e mosto.
Acqua d'agosto,castagne e mosto.
Se vuoi un buon mosto,zappa la vigna d'agosto.
Dopo San Bartolomeo l'acqua è buona per lavarsi i piedi.(24 ago.)
Agàsst rinpèss la cusèina,setàmber la contèina.
   ( Agosto riempie la cucina,settembre la cantina.)

A settembre  l'uva è fatta,e il fico pende.
Di settembre pioggia e luna, fan dei funghi la fortuna.
Quando gli uccelli volan basso,se non hai l'ombrello allunga il passo.
Lo scirocco ha sulla schiena una grande secchia piena.
Aria settembrina,fresca la sera e fresca la mattina.
Se piove a Santa Croce, si buca ogni noce.       ( 14 sett.)
Se piove per San Gregorio,tutto l'Ottobre un demonio. (9 sett.)

Ad ottobre seme in pugno,se vuoi mietere a giugno.
Chi pianta in autunno guadagna un anno.
A ottobre il sole di giovedì,fa piovere la domenica.
A ottobre nebbia bassa,bel tempo lascia.
Per San Simone la nespola si ripone.

Continua............